Cambiamenti climatici, alluvioni e ondate di calore: convegno a Bologna

12-10-2015

Aree Tematiche:
Partner
Cambiamenti climatici, alluvioni e ondate di calore: convegno a Bologna

Domenica 18 ottobre, dalle 9:00 alle 13:30, nella Sala Tassinari di Palazzo d’Accursio, si terrà il convegno “Cambiamenti climatici: Emergenza alluvioni e calore – Danni e rimedi”.

L’evento mira a sensibilizzare la popolazione sui rischi connessi agli impatti del cambiamento climatico e a porre le basi per il futuro di una campagna informativa promossa dalla Amministrazione, tesa a far conoscere al pubblico il “Piano di adattamento Città di Bologna”, approvato con delibera avente P.G.n. 249548/2015 del 08/09/15, inerente la capacità di resilienza della città, in relazione alle mutate condizioni climatiche-ambientali.

Obiettivo principale è rendere consapevole il cittadino della sua capacità di resilienza, invitandolo a condividere e compartecipare alla redazione dei piani di gestione dei rischi. Testimonial, dell’evento, l’artista Franz Campi che parteciperà al convegno e spiegherà alla popolazione perché è importante essere consapevoli dei rischi che corriamo e delle capacità che abbiamo di difenderci.

> Scarica la locandina dell’evento.

> Scarica il pieghevole dell’evento.

Il Convegno si inserisce nella più ampia cornice di “Io non rischio”, la campagna nazionale nata per far conoscere ai cittadini i rischi naturali che interessano il nostro Paese.

Sabato 17 e domenica 18 ottobre, infatti, in contemporanea in circa 430 piazze del territorio nazionale, volontari della protezione civile, ma non solo, saranno all’opera per sensibilizzare i cittadini e a diffondere la cultura del rischio connesso con fenomi naturali estremi quali alluvioni, maremoti e fenomeni sismici.

A Bologna, in P.zza de’ Celestini, verrà allestito un punto informativo dedicato ai cittadini, dove sarà messo a disposizione del materiale informativo e dove sarà possibile incontrare esperti che risponderanno a domande e curiosità su ciò che ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio alluvione.
“Io non rischio, campagna  nata  nel  2011  per  sensibilizzare  la  popolazione  sul  rischio sismico, è  promossa  dal  Dipartimento  della  Protezione  Civile  con  Anpas – Associazione Nazionale  Pubbliche  Assistenze,  Ingv – Istituto  Nazionale di  Geofisica e  Vulcanologia  e  Reluis – Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra – Istituto superiore per la Protezione e la  Ricerca  Ambientale,  Ogs -Istituto  Nazionale  di  Oceanografia  e  di  Geofisica  Sperimentale, AiPo – Agenzia  Interregionale  per  il  fiume  Po,  Arpa  Emilia – Romagna,  Autorità  di  Bacino  del
fiume Arno, CamiLab – Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi – Istituto di ricerca per la  Protezione  idro-geologica.

L’edizione 2015 coinvolge volontari e  e  volontari appartenenti alle sezioni locali di 25 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali.
L’elenco dei comuni interessati dalla campagna il prossimo 17 e 18 ottobre è online sul sito ufficiale della campagna, dove è inoltre possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto.

Per informazioni sulla campagna locale,  contattare:

Associazione C.B. Nettuno: ass.c.b.nettuno@gmail.com