Istruzioni per l’uso: come scegliere la caldaia giusta

05-06-2015

Aree Tematiche:
Istruzioni per l’uso: come scegliere la caldaia giusta

La scelta del tipo di caldaia deve essere fatta tenendo conto di diversi fattori, tra essi i principali sono la potenza di cui si ha bisogno sia per il riscaldamento che per la produzione di acqua calda sanitaria, la modalità di posa in opera (murale o a basamento), il tipo di combustibile (gas, pellet, biomassa) e, nei casi di sostituzione di vecchie caldaie, la possibilità di sfruttamento di alcune risorse come il sistema di smaltimento dei fumi della combustione e le tubazioni di adduzione del combustibile gassoso.

 

Ma quali sono le caldaie oggi installabili? E in che modo scegliere la migliore caldaia per le proprie esigenze?

Proviamo a riassumere di seguito le principali caratteristiche di alcune macrocategorie.

CALDAIA A CAMERA APERTA: è la tradizionale caldaia a “tiraggio”. Il suo funzionamento è piuttosto semplice: la caldaia a camera aperta preleva l’aria dall’ambiente (al fine di “bruciare” il gas), ed emette i fumi della combustione mediante una canna fumaria verticale.

  • Contro: proprio per le caratteristiche di cui sopra, è necessario che la caldaia sia posta all’esterno della casa o, comunque, in un locale ampiamente areato. L’impianto con caldaia a camera aperta soffre inoltre i pregiudizi degli eventi atmosferici, con saltuari “blocchi” in caso di forte vento;
  • Pro: è una caldaia facilmente installabile, dal costo di acquisto e installazione molto contenuto.

CALDAIA A CAMERA STAGNA: la caldaia a camera stagna è comunemente chiamata “caldaia a tiraggio forzato”. Il suo funzionamento è parzialmente diverso da quella “tradizionale”, poiché la fiamma che brucia il gas è completamente isolata dall’ambiente circostante, l’aria necessaria per la combustione viene prelevata dall’esterno mediante un tubo, grazie a un ventilatore (da cui il nome di “tiraggio forzato”).

  • Contro: il costo è maggiore rispetto alle caldaie più tradizionali;
  • Pro: le caldaie a camera stagna possono essere installate anche dove le caldaie a tiraggio naturale non possono per le norme vigenti.

CALDAIE A CONDENSAZIONE: le caldaie a condensazione sono i modelli più moderni di caldaia e permettono di raggiungere prestazioni energetiche molto elevate. In questo caso, infatti, il calore dei gas combustibili viene recuperato attraverso un processo di condensazione e riutilizzo nello stesso processo di riscaldamento.

  • Contro: il costo delle caldaie a condensazione è notevolmente maggiore di quelle tradizionali (anche del 40 – 50%);
  • Pro: le caldaie a condensazione permettono un sensibile risparmio economico ed energetico, producendo anche un minore inquinamento ambientale. Il costo maggiore è controbilanciato dalla possibilità di conseguire un rendimento  ben più elevato.

 

Oltre ai pro e ai contro illustrati in questa rapida panoramica, chi intende sostituire la propria caldaia può beneficiare di agevolazioni e detrazioni fiscali. Il PAES di Bologna mette a disposizione dei cittadini uno sportello informativo gratuito, il Punto Energia, per informarsi su interventi di riqualificazione energetica, sul rapporto tra costi e benefici per il vostro caso specifico e sugli Ecobonus previsti per i lavori di manutenzione e ristrutturazione delle case (con detrazioni fino al 65% sulle caldaie).

Appuntamento-03

Vai alla pagina introduttiva come riqualificare energeticamente un edificio.