Il PAES a Bologna: cosa e come

27-01-2014

Aree Tematiche:
Il PAES a Bologna: cosa e come

E’ in corso la fase attuativa del Paes, il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile di Bologna a cui partecipano numerosi soggetti come partner firmatari e a cui tutta la città è chiamata a contribuire.

Nel 2008 Il Comune di Bologna ha aderito al Patto dei Sindaci Europeo con cui si è impegnato a ridurre le emissioni di CO2 del proprio territorio di almeno il 20% entro il 2020.
Per perseguire questo obiettivo a maggio 2012 è stato approvato dal Consiglio Comunale il PAES – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile – una relazione che descrive il contesto di riferimento e un dettagliato inventario delle emissioni suddivise per settore, illustra le attività già sviluppate e in corso e delinea gli obiettivi, le linee di azione e gli interventi che saranno realizzati nei prossimi anni. I principali ambiti di intervento individuati sono 6:

  1. edifici residenziali
  2. settore terziario e produttivo
  3. produzione di energia 
  4. mobilità
  5. edifici pubblici e illuminazione pubblica
  6. forestazione urbana

Per agire in questi ambiti è fondamentale una partnership pubblico-privata e sulla base di questa consapevolezza il Comune ha avviato all’inizio del 2012 un percorso di coinvolgimento degli stakeholder e in particolare dei soggetti economici e delle loro organizzazioni. Il percorso ha coinvolto più di 150 organizzazioni e ha portato a ottobre 2012 alla sottoscrizione del “Protocollo di intesa per l’attuazione del PAES” e all’avvio di una serie di progetti attuativi promossi trasversalmente da diversi soggetti del territorio a cui il Comune garantisce un supporto in termini di comunicazione e visibilità sul territorio.

Il Protocollo è aperto a tutti coloro che vorranno aderire successivamente.

Per saperne di più:
> il Patto dei Sindaci
> il Piano approvato
> il percorso di coinvolgimento
> il Protocollo di intesa