Presto al via i lavori di riqualificazione della centrale Cogen della Barca

18-06-2015

Aree Tematiche:
Partner
Presto al via i lavori di riqualificazione della centrale Cogen della Barca

Oltre 17 milioni di euro investiti e poco più di un anno di lavoro per dotare l’area nord-est di Bologna di un nuovo e più efficiente sistema di teleriscaldamento.

I lavori prevedono la demolizione e la successiva ricostruzione della centrale Cogen di via Nanni Costa e, al termine dell’intervento, lo spegnimento dell’impianto di via Segantini, come richiesto dai cittadini nel 2006.

Obiettivo ultimo è la costruzione di un moderno impianto, la cui gestione passerà da Acer a Hera, e la ristrutturazione di tutta la rete al fine di eliminarne le dispersioni.
I lavori di riqualificazione, che inizieranno a breve e che implicano lo spegnimento della vecchia centrale, tecnologicamente a fine vita, rispondono anche alla necessità di un inserimento architettonico in armonia con la nuova vocazione dell’area, grazie a un fabbricato di altezza sensibilmente inferiore e di pianta allargata sui terreni della ex Sabiem. Tra gli obiettivi dell’intervento anche il miglioramente dell’efficienza della centrale e l’incremento della quota di energia prodotta da cogenerazione.

A lavori ultimati, il servizio di teleriscaldamento sarà fruibile, oltre che dalle utenze adiacenti – Ospedale Maggiore, Officine Sabiem, edifici di via Nanni Costa, complesso Acer Barca e via del Beccaccino – da molte potenziali nuove utenze, oggi servite con gas o altri combustibili, aumentando così i benefici ambientali del nuovo impianto. In particolare si prospetta l’estensione del servizio nel comparto del Lazzaretto e della zona dei Prati di Caprara.

Con la nuova centrale, per ogni anno termico, saranno evitate l’emissione di 21.000 kg di NOx (ossidi di azoto) e 2.500 ton di Co2 nell’aria, mentre la produzione di energia termica da cogenerazione passerà dal 28,9% al 51,2%.